Report incontro 31 maggio 2022

Presenti: Libera Elena, Carlo, Anna, Ezio, Cinzia, Maria Luisa, Ottavio

Dopo la presentazione della figura di Margherita Grassini Sarfatti da parte di Elena (presentata nella manifestazione di èStoria a Gorizia) lettura dei poeti

Carlo:  pensiero spaziale: lo spazio è il rione di San Giacomo scalino verso il cielo;  in particolare la via Giuliani. San Giacomo racchiude  un’oasi…un verdeggiare umano…nell’osteria si odono parole antiche…vetusto mistero

Anna: Primo amore un  profumo rievoca tempi lontani che vorrebbe ritrovare con la stessa intensità e concretezza di come li aveva vissuti.

Cinzia: riprende il tema dell’amore: L’amore è matto…è un cieco che ci vede benissimo…si è perduto in luoghi sconosciuti…ha detto il mio di nome

Libera: e l’anima ti fa volare…alla fine delle linee del cielo

Ezio: legge un passo da necropolis di Boris Pahor, morto il 30 maggio 2022 a 108 anni. Grande romanziere che solo da pochi anni Trieste e l’Italia gli hanno dato il giusto riconoscimento.

Maria Luisa: ricorda i resti delle trincee sul San Michele che aveva visitato da giovane quando …fumo che ti raschia la gola…la melodia sparge lacrime e parole, risate, grida, preghiere, maledizioni.e ora sono trasformate in attrazioni turistiche:

Maria Vittoria: legge l’elogio per la laurea di Diego: tutti i riconoscimenti per la soddisfazione che  ci dai

Ottavio: dedicato a noi uomini quando le cose ci vanno male: Breve incontro…il tuo volto quasi più non ricordo…durare il tutto l’istante di una danza

Elena: in dialetto triestino percorre la strada dell’operaio che da Rena Vecchia raggiunge i Cantieri navali, con il cuore leggero contento del suo lavoro della sua famiglia, contento di quello che ha.

a cura di Anna Piccioni