Report 17 gennaio 2023

 

Presenti: Ottavio Libera, Vittorio, Mark, Cinzia, Elena, Ezio, Maria Vittoria, Anna

 

Libera: legge una poesia dal volume “Poesia del camminare”: Facciamo pace…decifri il mondo…una risata esplode all’improvviso – Dalla raccolta “Evol-versi” Festa:…nessuna carriera può far frontiera…sorprendente emozione- e  Ultima spiaggia…con il mondo che mi supplica…mi sentivo importante

Vittorio: in vista del Festival “Pace e fratellanza” conoscere la differenza tra il Bene e il Male…buon senso e coraggio…cinque pelli diverse…compagna come noi…cosa ci fa diversi…la Terra ferma nel tempo e nello spazio…tutti parenti tutti differenti – Solo ricordi…moriva per i ricordi…dannata solitudine…si può vivere senza amare…fine di un amore, se ne fa un altro…Ho apertola porta sono in mezzo agli altri

Mark: Riflessioni sul sognoVoce disgiunta la mia…Ricordando il ricordo di un sogno – Forse un giorno sarò un’ombra leggera

Cinzia: poesia in O: dialogo tra albero, un olmo, e una persona …ostilità ossutaCaduta dentro

Elena:

Anna: tre brevi pensieri: Poesia di Bertol Brecht

Ezio: El ziel in tera: un piccolo quadretto una pozzanghera in cui si riflette il mondo intorno, domani si sarà asciugata e quel mondo sarà svanito –

Maria Vittoria: L’impronta della guerra e quel buco nero in mezzo al campo seminato a grano – riflessioni sulla vita ricordando quel giorno di 62 anni fa quando diede alla luce la sua bambina

Ottavio: Nella Pineta:ricercare invano nella pineta il volto amato… un sommesso trillar di cicale risponde per te. – Floscia la vela, il guscio inerte. Solo una scia rosata di cielo m’unisce all’altra marina..

 

Anna Piccioni.