Report incontro 14 giugno 2022 Presenti: Ottavio, Elena, Cinzia, Ezio, Anna

Anna espone la sua relazione su Regina Terruzzi presentata a èStoria. Vista la lunga vita, ricca di attività del personaggio è necessario una seconda puntata nel prossimo incontro.

La poesia inizia con Elena:  legge una lettera poetica ricca di commozione inviata a una amica dopo la morte della figlia a 34 anni di progeria: Parlami un po’ di lei…scoprire l’amore che le hai dato. Nel secondo giro: una mano aperta…cinque dita che si schiudono…la sabbia del tempo

Anna: legge un ricordo sull’isola di Cherso. Una radura piena del profumo della salvia e l’infinito intorno che immagini di volare. Poi una poesia di Majda Artač Sturman Trasparenze ricca di metafore: Trieste aperta se una mano pulendo i vetri scosta le tende.

Cinzia: gioco con le vocali la poesia in I …iniziano infiniti inni…impossibile impedirmelo – poi con la A…come amore…Ardenti amplessi

Ezio:  la foto del matrimonio ritrae due giovani felici, i colori sono smarriti dal tempo, ma il sentimento non si è smarrito – nella seconda parte ci propone uno scorcio della città via Trento, famosa un tempo per le “ passeggiatrici”: pesanti tacchi…ombra sola…malinconico sorriso, quanta solidarietà e comprensione per quelle donne schiave di padroni del loro corpo

Ottavio: racconta di una crociera in Dalmazia compiuta da chiassosi argonauti, contrapposti al selvatico dell’isola alla povertà dignitosa di quelle vuote case abbandonate…dove una vecchia foto color seppia ritrae due giovani sposi e i 9 figli poi dispersi in tutti i punti della rosa dei venti. –poi una poesia d’amore: “son drento de ti…semo ancora insieme…no pensar a doman”

vecchia foto color seppia,

 volti scoloriti dal tempo

sentimenti non scalfiti

in quella stretta

in quei contatti inalterati

senza pensare al domani

Luoghi abbandonati

Conservano la dignità

Di valori radicati

Donna abbandonata

A percorrere marciapiedi

Nel freddo e nella calura

Della notte

Un invisibile guinzaglio

Tenuto da un padrone

senza scrupoli

La stringe e la costringe 

 

A cura di Anna Piccioni